Questo più che una ricetta tedesca é una ricetta austriaca, in origine si chiamano Marillenknödel, “marille” é il termine austriaco per dire albicocca.

E’ una pietanza della mia infanzia, mia mamma ce li preparava spesso in questa stagione ed era una vera gioia quando io e mio fratello tornavamo a casa da scuola e c’era il pranzo dolce!

Qui in Italia non si usa preparare un pranzo dolce mi sa, perché una volta che io e mio marito siamo andati dai miei, mia mamma aveva preparato il “Kaiserschmarrn”, una specie di frittata dolce e mio marito ha detto che se lo sarebbe mangiato più volentieri per la prima colazione;-)) Annedoti…!

Maaa, in questi giorni lui non c’era, avevo delle albicocche dolcissime e quindi mi sono viziata con questo piatto, ovviamente niente divieta di servirlo come dolce dopo un pranzo leggero!

Ingredienti per 8 knederli:

  • 1/2 kilo di patate bollite sbucciate
  • 50 g di farina setacciata
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 8 albicocche
  • 1 tazza di pan grattato
  • 50 g di burro  + 1 cucchiaio
  • 4 cucchiai di zucchero miscelato con 1 cucchiaino di cannella

Una volta che le patate sono fredde passatele nello schiacciapatate poi aggiungete la farina, l’uovo, il sale e impastate tutto e lasciate riposare per circa 15 minuti, dovesse risultatre troppo morbido l’impasto aggiungete ancora un po’ di farina.

Nel fratttempo lavate le albicocche e fate un incisione per togliere il nocciolo, senza tagliarle a metà. Usate preferibilmente albicocche mature e dolci, nel caso fossero asprine potete mettere una zolletta di zucchero all’interno di ciascuna al posto del nocciolo, a me non piace molto però.

Mettete scaldare dell’acqua in una pentola capiente alla quale avete aggiunto 1/2 cucchaino di sale.

Quando l’acqua comincia a bollire iniziate a fare i knederli.

Bagnatevi le mani con acqua fredda (altrimenti la pasta vi si incolla sulle mani, io mentre li preparo lascio il rubinetto sempre un po’ aperto), prendete un po’ dell’impasto, la quantità dipende dalla misura delle vostre albicocche, devono essere coperte con circa 1 cm di pasta, non di piu’, schiacciatelo un po’ in una mano, appoggiate un albicocca e chiudete e poi rotolando la pallina tra le due mani formate il knederlo e mettetelo nell’acqua che bolle, a questo punto l’abbassate un po’, altrimenti i knederli si disfanno.

Procedete così fino alla fine, i knederli devono cuocere per 20 minuti.

Intanto in una padellina sciogliete il cucchiaio di burro, aggiungete il pan grattato e doratelo, fate attenzione perché si brucia molto velocemente.

In un’altro tegamino sciogliete i 50 g di burro.

Quando i knederli sono pronti, si vede perché vengono a galla, togliete uno alla volta con una schiumarola.

Rotolatelo nel pan grattato.

Mettetelo sul piatto di portata, apritelo in due e poi versate prima un po’ di burro fuso e poi date una spolverata di zucchero e cannella.

Vero che fanno venire l’acquolina in bocca…!?! Da bambina mia mamma mi dava da berci insieme un bicchiere di latte fresco e ancora oggi mi è rimasta questa abitudine;-)))

Advertisements