Premetto, non sono una vera bavarese, ma sono nata a Monaco di Baviera e ho vissuto la mia adolescenza nella campagna bavarese in mezzo ai campi di patate, perché di quelle da noi ce ne sono davvero tantissimi. Da ragazzini a settembre andavamo nei campi a raccogliere le patate che i contadini lasciavano giù, accendevamo un bel falò e ci buttavamo dentro le patate. Erano buonissime le patate cotte così e spesso tornavamo a casa con le mani nere e a volte anche le dita ustionate, ma felici di aver mangiato le patate cotte da noi. La prima cosa che faceva mia mamma appena rientrati a casa era metterci, me e mio fratello, nella vasca da bagno, per toglierci l’odore pungente di fumo che avevamo addosso e per toglierci tutto il nero dalle mani e non solo. Eravamo sempre belli conciati, ma come si diceva? Ciò che non ammazza rinforza!!

Per fare una buona insalata di patate ci vogliono le patate giuste. Devono essere sode dopo la cottura, non farinose e non troppo grandi. Per far si che le patate non assorbono tutto il condimento vanno cotte un giorno prima, bollite con la buccia.

Ingredienti:

  • 1 kg di patate

Per il condimento:

  • 1/8 l di brodo di carne (va bene anche fatto col dado)
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • 4 cucchiai di aceto di vino
  • 2 cipolle piccole ( a me piacciono molto gli scalogni, allora ne uso 4)
  • 1 pizzico di zucchero
  • Sale, pepe
  • Aneto (facoltativo)
  • 1 cucchiaio di panna liquida

Pelate le cipolle e tagliatele a dadini molto piccoli. Preparate il brodo. Quando bolle mettete le cipolle e tutti gli altri ingredienti per il condimento. Lasciate cuocere finché le cipolle sono morbide.

Intanto pelate le patate e tagliatele a rondelle sottili. Mettetele in una ciotola capiente. Aggiungete il condimento, a questo punto mettete anche la panna e mescolate bene.

Potete gustarla appena preparata oppure fredda.

Io personalmente la mangio anche così, senza wuerstel, senza arrosto, senza niente, solo Kartoffelsalat!!!

Advertisements