image

Come ormai sapete, amo le sfide. E stavolta ho osato, mi sono buttata…e siiii….ci sono riuscita!!! Ne sono troppo felice!
Io purtroppo non ho potuto permettermi fino adesso a mangiare la versione originale dello chef Carlo Cracco e per cui non so quanto il mio tuorlo fritto si avvicina all’originale, ma il risultato, a sentire i miei ospiti è stato ottimo e questo mi rende molto orgogliosa. Grazie!

Ingredienti: per 3 persone:

image

– 3 tuorli di uova freschissime
– 3 tazze da thè di pan grattato
– Olio d’oliva per friggere
– Sale, pepe

Preparate su un piatto fondo un letto di pan grattato di circa 1 cm.
Separate con molta cura i tuorli dall’albume senza rompere i tuorli e appoggiateli con delicatezza sul letto di pan grattato.

image

Coprite i tuorli con il restante pan grattato e mettete il piatto nel frigorifero per almeno due ore.

image

Dopo scaldate in una padella abbastanza fonda l’olio. Dovrebbe raggiungere circa 140 gradi. Se non avete un termometro da cucina, mettete un bastoncino di legno o la punta di un cucchiaio di legno nell’olio. Quando fa delle bollicine intorno vuol dire che l’olio ha raggiunto la temperatura giusta.
Togliete il piatto dal frigo e scuotetelo delicatamente.

image

Preparatevi un piatto con della carta assorbente sul quale appoggiate poi il tuorlo fritto.
Con un cucchiaio prendete ora un tuorlo e friggete uno alla volta per esattamente 30 secondi, non di più!

image

Togliete il tuorlo fritto con una schiumarola e mettetelo sulla carta assorbente. Salate e se volete pepate leggermente.

image

Io l’ho servito su un letto di puré di patate e scaglie di tartufo.

image

image

Squisito…!!! All’esterno croccante, all’interno morbidissimo.

Advertisements